News

Data: 03 novembre 2014 - 03 novembre 2014

UniCredit Start Lab - Premio Gaetano Marzotto

 

È Xmetrics, l'"allenatore virtuale" per nuotatori, il progetto vincitore del Premio Gaetano Marzotto nella sezione Premio dall'idea all'impresa.

La proclamazione è avvenuta  giovedì 30 ottobre, nel corso di una serata in UniCredit Tower Hall in piazza Gae Aulenti a Milano. Al team vincitore è stato assegnato un premio di 50mila euro in denaro, al quale si aggiunge un percorso con Fondazione CUOA del valore di 10mila euro.

 

Nel corso della serata è stato anche assegnato  il Premio Speciale UniCredit Start Lab per la categoria Premio dall'idea all'impresa, che prevede l'inserimento in un programma UniCredit che include l'assegnazione di un mentor - scelto tra professionisti, consulenti, imprenditori, partner di UniCredit sull'innovazione - per confronti periodici con le startup su aspetti strategici e di crescita; la partecipazione alla Startup Academy; un programma di coaching da parte del team di UniCredit Start Lab; l'assegnazione di un Relationship Manager di UniCredit per seguire le esigenze bancarie e, per le startup che ne abbiano i presupposti, organizzazione di Business Meetings con clienti Corporate di UniCredit e con possibili investitori.

 

A vincere è stato My Angel Care, un braccialetto contentente le informazioni mediche del proprietario,  progettato da un team di Iseo (Brescia) composto da Filippo Scorza, 38 anni, designer; Riccardo Zanini, 36 anni, responsabile marketing; Paolo Marazzi, 33 anni, sviluppatore tecnologia; Roberto Bilancia, 33 anni, sviluppatore grafico. «My Angel - spiega Zanini - è un braccialetto contenente tutte le informazioni mediche di primo soccorso di chi lo indossa. In caso di bisogno, i dati possono essere letti immediatamente con un qualsiasi smartphone. Uno strumento di grande utilità in tutte le situazioni di emergenza, quando le informazioni vitali devono essere accessibili e al tempo stesso affidabili».

 

«Siamo felici di poter supportare questa edizione del Premio, in una collaborazione che dura ormai da diversi anni - ha dichiarato Paola Garibotti, Responsabile Country Development Plans di UniCredit - e di sostenere la candidatura del progetto My Angel Care che, al pari degli oltre 40 progetti selezionati all'interno della piattaforma UniCredit Start Lab si è distinto per la capacità di giovani imprenditori nel cogliere esigenze di mercato e svilupparle in modo innovativo e creativo. Il successo dell'iniziativa, che sta proseguendo con i percorsi di training della Startup Academy e con ulteriori attività di supporto alle startup, ci ha convinti a lanciare una nuova call con cui contiamo di aiutare nuove giovani aziende a intraprendere il loro percorso di sviluppo».

 

 

Gli altri due finalisti per il Premio Speciale UniCredit Start Lab erano:

 

Snapback (Roma)

Software development kit per utilizzare smart devices senza necessità di toccarli e guardarli

Snapback permette di utilizzare smart devices senza toccarli né guardarli, attraverso lo sviluppo di interfacce innovative. Grazie ad un uso non convenzionale dei sensori già disponibili su smartphone, tablet e altri dispositivi, Snapback non richiede periferiche aggiuntive o hardware costosi e garantisce esperienze d'uso più ergonomiche e naturali.

 

 

KTECH (Firenze)

Una nuova idea di stampante 3D: bella, semplice, wireless e tutta italiana

Visualizzate nella vostra mente una stampante 3D: qual è la prima immagine che vi salta in testa? Una macchina geniale, sì, ma anche disordinata, con molti fili in giro e difficile da usare. Le stampanti 3d di Ktech vi faranno cambiare idea: design in allumino, completamente wireless, web&mobile UI e filiera produttiva interamente in Italia.