News

Data: 18 settembre 2014 - 18 settembre 2014

UniCredit Start Lab 2014: i vincitori del settore CleanTech

E' alla presenza di una Commissione di Valutazione composta da professionisti provenienti dai nomi tra i più noti del CleanTech quali Acea, Dismeco, Kayser, Leitwind e Progetto Manifattura, che gli 11 team finalisti selezionati per accedere al programma di accelerazione di UniCredit, "UniCredit Start Lab 2014", hanno presentato i loro progetti imprenditoriali nei campi della domotica, del recupero di scarti industriali, dei materiali innovativi e dell'efficienza energetica green.

 

I progetti selezionati potranno accedere al programma di Accelerazione di UniCredit Start Lab che include:

1) la possibilità di ricevere un co-investimento in equity da UniCredit insieme a uno dei partner

2) l'assegnazione di un mentor dedicato

3) l'attivazione di business meetings e contatti con clienti Corporate del network di UniCredit

4) la partecipazione all'Investor Day organizzato all'interno del programma di accelerazione

5) la partecipazione alla Start Up Academy

 

Al primo classificato va anche il grant di 10.000€

 

Tutte le iniziative hanno raccolto l'interesse e l'apprezzamento della Commissione, che ha tuttavia individuato i progetti che si sono particolarmente distinti per innovatività, potenzialità economiche e completezza dei team proponenti.

 

Ecco quindi quali sono i finalisti e le migliori iniziative di UniCredit Start Lab 2014 per il settore CleanTech.

 

PRIMO POSTO: Smartdomotics

Realizza un sistema di domotica per il risparmio energetico in ogni ambito (riscaldamento, illuminazione, energia rinnovabile, elettricità); semplice da  installare nel quadro elettrico, anche in edifici vecchi, ad un prezzo molto competitivo.

 

SECONDO POSTO: Ecosistemi

L'iniziativa consiste nella progettazione idraulica e biologica di tecnologie più efficienti per il trattamento, risanamento e l'utilizzo "intelligente" a km 0 delle risorse idriche e dei reflui, garantendo il riutilizzo delle acque.

 

TERZO POSTO: Argo 7 - Progetto "Bluenergy"

Con l'iniziativa denominata "Bluenergy", Argo 7 realizza un sistema per il recupero degli scarti industriali, principalmente di idrocarburi altamente inquinanti, trasformando il rifiuto in risorsa all'interno degli stessi cicli produttivi, affinché gli scarti si trasformino in combustibile a costo zero.

 

MENZIONE SPECIALE: Equilibrium

Realizzazione di prodotti innovativi di bio-edilizia, certificati, di pronto impiego, con una ampia gamma di applicazioni sia nella nuova costruzione che nella ristrutturazione, basati sull'accoppiamento del "canapulo"  (truciolato vegetale di canapa) con un legante a base di "calce".

 

 

GLI ALTRI FINALISTI

 

Edm Lab

L'iniziativa consiste nello sviluppo e utilizzo di dispositivi elettromeccanici in grado di convertire i rifiuti di plastica nel filo di prototipazione per stampanti 3-d, realizzando in tal modo un sistema integrato riciclo-manifattura digitale.

Kingfisher Polymers

Il progetto prevede il riciclo di materiali plastici al fine di ottenere tramite processi meccanici e chimici polimeri simili a quelli vergini, con livello qualitativo e costo inferiori, ma di livello adeguato alla specifica destinazione d'uso.

SB Skin

L'iniziativa consiste nello sviluppo e nella commercializzazione di componenti edilizi multifunzionali integrati con celle solari innovative per la realizzazione di facciate e coperture di edifici "sostenibili" dal punto di vista dell'efficienza energetica e della possibilità di produrre direttamente energia pulita.

Soter

Produce un generatore - denominato KiteGen - in grado di generare energia elettrica sfruttando il flusso costante di vento in alta quota.

Sunsystem - Progetto "Tensostrutture Fotovoltaiche"

Sunsystems produce tensostrutture fotovoltaiche, strutture per il montaggio dei pannelli fotovoltaici costruite con cavi di fili di acciaio. Tali strutture consentono importanti riduzioni di costi e l'ampliamento delle superfici su cui è possibile installare pannelli per via della riduzione del peso della struttura e dell'invasività del montaggio.

TitaC

L'attività di TitaC si inserisce nel settore dell'ambiente, dell'energia e delle nanotecnologie, attraverso l'offerta di servizi per lo sviluppo di prodotti al biossido di titanio (TiO2) in campo fotocatalitico (vernici), fotovoltaico e materiali al carbonio.

TJP - Progetto "The Jonathan project"

Il progetto  consiste nella realizzazione di una factory in grado di fare ricerca, sviluppo, progettazione, costruzione e commercializzazione di "Oil Skimmer" - dispositivi innovativi per la rimozione di idrocarburi da una superficie d'acqua.