BPCOmedia

Il proponente

Giuseppe Capasso

 

Altri membri del gruppo

Emiliano Fabris, Paolo Soda, Mario Merone, Maurizio Secci

Area di riferimento
 
Nord Est
Settore di applicazione
 
Medical Devices
Sito web
 

L’idea Imprenditoriale

La BPCO è una condizione patologica dell'apparato respiratorio, caratterizzata da ostruzione cronica, persistente ed evolutiva al flusso d'aria nelle vie aeree intratoraciche. Costituisce la quarta causa mondiale di morte. La BPCO è spesso aggravata da episodi acuti chiamati esacerbazioni che rappresentano la prima causa di ospedalizzazione e morte. Attualmente, la diagnosi precoce delle riacutizzazioni è problematica in quanto il paziente tende a sottostimare i sintomi e giunge tardi all'attenzione del medico.

BPCOmedia ha sviluppato e brevettato un innovativo dispositivo medico basato su un algoritmo predittivo che, elaborando i dati acquisiti da un ossimetro, consente di identificare il pattern di alterazioni che si verificano in fase pre-clinica (prima che si instaurino i primi sintomi) e rende possibile interventi di prevenzione delle riacutizzazioni di BPCO con vantaggi sia per la salute del paziente sia per il sistema sanitario che vede una riduzione della spesa.

Il prodotto sviluppato da BPCOmedia è composto da un ossimetro Bluetooth, una app per smartphone certificata CE dispositivo medico di classe IIa che incorpora al suo interno l'algoritmo predittivo, una scheda contenente il codice di accesso ai servizi dell'app, l'accesso al portale paziente e al portale medico sul web.

L'app s'interfaccia con l'ossimetro dal quale riceve la frequenza cardiaca e la saturazione dell'ossigeno nel sangue. L'app, dapprima, si adatta alle caratteristiche fisiologiche di ciascun paziente, personalizzando quindi le sue risposte, impostando i propri coefficienti per l'analisi dei parametri utilizzati in base al continuo flusso di dati ricevuti dal pulsiossimetro. Il periodo iniziale di "adattamento" è di 5 giorni, dopodiché il dispositivo continuerà a modellarsi sul paziente attraverso l'autoapprendimento utilizzando i dati in ingresso.E' in corso la sperimentazione del prodotto con il coinvolgimento di 500 pazienti, 60 medici generici e 3 ospedali della Azienda per la Tutela della Saluti -  Sardegna.

Le informazioni relative alla società e contenute nella presente pagina non possono in alcun modo essere intese quale suggerimento - diretto o indiretto - ad effettuare investimenti di qualsivoglia natura. Ogni eventuale determinazione in merito ad operazioni che implichino partecipazioni al capitale della società stessa da parte di qualsivoglia soggetto dovrà essere sempre considerata come effettuata ad esclusiva iniziativa di quest'ultimo, senza alcun suggerimento né valutazione - diretti o indiretti - da parte di UniCredit.