Area di riferimento

Lombardia

Settore di applicazione

Waste Tratment

Captive Systems

Captive Systems

Il proponente

Gianni Luca Franzosi

Altri membri del gruppo

Sergio Farina, Davide Moscatelli, Luca Magagnin, Ruggiero Pesce


L’idea Imprenditoriale

Captive Systems si basa sullo sviluppo e commercializzazione di una tecnologia innovativa per la gestione, il trattamento e il recupero di reflui industriali al fine di rendere il processo delle acque reflue competitivo e sostenibile. L'obiettivo è lo sviluppo una serie di fluidi magnetici (costituiti da micro-spugne magnetiche) per la rimozione di composti organici, idrocarburi, metalli e specie pericolose dalle acque reflue. L'introduzione di fluidi magnetici per la gestione delle acque reflue e di processo dell'industria favorirà il riutilizzo dell'acqua in impianto per ottenere un ciclo chiuso, oppure per produrre acqua da destinare ad altre applicazioni (e.g. irrigazione, pulizia). Inoltre, le micro-spugne sono rigenerabili e c'è la possibilità di recuperare le sostanze catturate per ottenere materie prime di seconda generazione, in un'ottica di economia circolare. All'interno del mercato dei trattamenti dei reflui industriali, la tecnologia sviluppata da Captive si pone come una soluzione economica e di facile applicazione. La stessa può essere utilizzata per la bonifica di correnti gas per la rimozione di VOC e composti odorigeni. Il primo mercato target è quello del trattamento di reflui e correnti gas nelle tank storage factories e raffinerie.

Captive Systems offre un servizio di consulenza mirato all'individuazione del prodotto più adatto alle esigenze del cliente, nonché un servizio di engineering per l'applicazione e l'integrazione della tecnologia all'interno del sito industriale.

L'introduzione di questa tecnologia nei siti industriali non richiede né spazi elevati né apparecchiature particolari.

La fase di validazione avverrà nei prossimi 18 mesi dove saranno coinvolti importanti partners industriali che già operano nel settore dell'Oil&Gas a livello mondiale. Seguirà poi l'entrata nel mercato, l'aumento della capacità produttiva e il raggiungimento del 15% del mercato italiano entro 5 anni. Successivamente vi sarà una espansione nel mercato UE.

Le informazioni relative alla società e contenute nella presente pagina non possono in alcun modo essere intese quale suggerimento - diretto o indiretto - ad effettuare investimenti di qualsivoglia natura. Ogni eventuale determinazione in merito ad operazioni che implichino partecipazioni al capitale della società stessa da parte di qualsivoglia soggetto dovrà essere sempre considerata come effettuata ad esclusiva iniziativa di quest'ultimo, senza alcun suggerimento né valutazione - diretti o indiretti - da parte di UniCredit.